Evviva i luoghi comuni

E tu, uomo tout court, uomo qualsiasi, che vivi in una società assurda, che non hai più fede in Gesù Cristo, che sei in preda a potenze sfrenate, che non sai se continuerà ad esistere un domani, che sei colto dall’angoscia per la tua condizione e scopri che la tua vita non ha senso, sei fortunato, hai una grande occasione: […]

Continua a leggere

L’uomo sullo schermo

L’uomo calvo indica il tipo grassoccio inquadrato sul megaschermo. – Dobbiamo proprio stare a sentire le sue cazzate? L’uomo seduto sul divano azzera il volume. – È il suo momento. Finché dura. – La sua unica forza è il vuoto che lo circonda. – Interessante fenomeno politico che non ha nessun riscontro nelle leggi della fisica. – Il fenomeno più […]

Continua a leggere

Era meglio la vera Peppa Pig

Matteo Renzi, alias Peppa pig, ha generato nel corso degli ultimi tre anni, alle spalle di governi tecnico-tattici che solo Arrigo Sacchi li ha capiti, un’aspettativa talmente tanto grossa che fino a pochi giorni fa sembrava troppo bella per non essere solo una aspettativa. Come ogni aspettativa in politica, detto fatto, abbiamo visto cosa produce. Incoerenza: “mai al Governo senza […]

Continua a leggere

Parola d’ordine rottamare: non più “aumma aumma” ma “larghe intese”

Dopo aver invaso giornali, talk show, tribune politiche, talent show, Re Renzi detto anche Re Nzi, ha conquisto proprio tutti. Gli è costato una cosetta, anzi ci è costato un capitale visto che i finanziamenti delle sue mega campagne, e i consulenti di comunicazione e immagine li abbiamo pagati noi contribuenti. Tre anni di serpe in seno nel Nazareno, di […]

Continua a leggere

La nostra terra vale più del vostro denaro?

Mi sono imbattuta in questa immagine, qualche giorno fa. Colpita dal contrasto tra i colori accesi trasmessi dallo schermo e il grigiore che li circonda, non riuscivo a credere che potesse essere vera. E così, sospettando si trattasse dell’ennesima bufala di internet, ho iniziato a cercare riscontri o smentite. In effetti qualche cosa che non quadrava l’ho trovato. La foto […]

Continua a leggere

Twitter e la democrazia

Dei deliranti dibattiti televisivi, degli scellerati appelli politici e delle saggezze giornalistiche dell’ultima settimana, ci porteremo dietro la certezza che esistono due classi, i politici ed i cittadini, ed una domanda: disorientati dal contatto con la realtà, che i twitter e social hanno permesso? o finti tonti dell’ultima ora? Divisi da mura fortificate e protette, con i loro stipendi mediamente sei […]

Continua a leggere

Si stava peggio quando si stava peggio.

Quindi vorreste risolverla così? Tutte le volte che il sistema di potere viene attaccato e messo in discussione si procede per paradossali luoghi comuni? Violenza, deriva fascista, attacco alla democrazia, sessismo, omofobia. Si ribaltano azione-reazione, causa-effetto, si sposta l’attenzione ed il gioco è fatto? Succede così che in un Paese dove la corruzione rappresenta 60 miliardi di euro sottratti alla […]

Continua a leggere

Una chiamata alle armi per una nuova umanità

LIBERATE LE MENTI 1. Lo sviluppo della tecnologia ha superato di gran lunga il nostro bisogno di esso, risultando in un completo strangolamento attesa sui nostri organi di governo da parte delle multinazionali. Il loro singolare obiettivo – produrre profitto, al fine di mantenere il controllo. Dove una volta una persona potrebbe scegliere il proprio percorso, ora è stato sostituito […]

Continua a leggere

QUELLI DELLA PORTA ACCANTO…

Ricordo un giorno, passando per villa Borghese a Roma,le parole di quel vecchio spazzino con la ramazza,che raccontandomi la sua giornata tipo disse:<<A giovino’, bona la pizza co la Mortadella?>> mentre ero seduto su di una panchina,risposi che avrei preferito altro.<<devi sape’, che faccio sto lavoro da trent’anni e oltre a questo,devo anna’ a rotonna’ la sera ner panificio de […]

Continua a leggere

ESTINZIONE DELLE CLASSI

Tutte le forme di alienazione o di violenza nascono, nella nostra società, dalla divisione in classi contrapposte. Nei paesi est-europei si è cercato di liquidare tale divisione con una rivoluzione politica e, ad un certo punto, i governi in carica hanno imposto a tutta la società una proprietà collettiva che, necessariamente, essendo appunto “imposta”, coincideva con quella dello Stato. Lo […]

Continua a leggere
1 2 3 10