Senza via d’uscita

Rimbomba nelle orecchie, balla davanti agli occhi, si insinua attraverso le narici, occupa i nostri sensi. È la menzogna sociale di massa che ci viene quotidianamente ammannita. La si potrebbe definire, fra uno sbadiglio e l’altro, oggettivazione del mondo in cui viviamo. Consiste nell’affermazione onnipresente di scelte già fatte in tutti gli ambiti della nostra esistenza. Il compito di travestire […]

Continua a leggere

Distruggiamo Cartagine!

La Cartagine moderna; quella dei ricchi, dei preti e dei militari! Questo deve essere il grido dei ribelli e il dilemma della rivoluzione sociale. Il grido dell’errante che è spossato, dell’affamato che si strugge nell’inedia, degli assetati di giustizia, degli stroncati nella giusta critica, colpevoli di ribellione! Distruggiamo Tartufo! Che ci tortura col pungolo della prepotenza, ci raddoppia la soma […]

Continua a leggere

Punk’s not…

Sì, lo so. Mai niente e nessuno ha potuto impedire a ribelli ventenni pieni di rabbia di diventare imprenditori quarantenni pieni di buon senso. Sono trascorsi tanti anni, ma ho ancora davanti agli occhi i reduci sessantottini che ci guardavano con compassione dall’alto dei loro scranni o delle loro cattedre. Ho ancora nelle orecchie le loro parole piene di scherno: […]

Continua a leggere

Il fantasma politico

Niente illude di più gli uomini del genio della politica. La loro vita è costantemente condizionata da scelte lontane da quelli che sono gli interessi primari e primordiali (estremamente affinatisi col passare del tempo); niente li dispone meglio al sacrificio di se stessi e degli altri. In questa prospettiva, solo contro tutti, l’uomo che ragiona si trova davanti ad un’alternativa. […]

Continua a leggere

Siamo realisti, chiediamo l’impossibile!

Questo famoso slogan che spiccava sui muri di Parigi nel maggio 1968 era effettivamente rivoluzionario, giacché capovolgeva ogni comune concezione di realismo. Oggi le “realtà” artificiali, virtuali, sono arrivate a dominare i rapporti sociali. La vita non viene più vissuta, viene guardata, e tutto può essere osservato con le nuove tecnologie. Considerato ciò, non è sorprendente che uno slogan un […]

Continua a leggere

Allineati di paura

Allineati di paura ringraziamo la paura che ci salva dalla follia. Decisione e coraggio è merce cara e la vita senza vita è più sicura. Avventurieri ormai senza avventura combattiamo, allineati di paura, ironici fantasmi, alla ricerca di ciò che fummo, di ciò che non saremo. Allineati di paura, a voce fioca, col cuore fra i denti, siamo i fantasmi […]

Continua a leggere

pensiero e dinamite

La forza di seduzione di questo motto, assai in voga fra gli anarchici di fine ottocento, è uscita indenne da rivoluzioni tradite e guerre mondiali, giungendo miracolosamente fino a noi. Per un secolo si è scommesso sul felice esito dell’incontro fra la teoria e la pratica. Le idee anti-autoritarie e l’azione diretta contro il dominio erano le due componenti, indissolubili […]

Continua a leggere

Piuttosto la vita

Piuttosto la vita che quei prismi senza spessore anche se i colori sono più puri Piuttosto che quell’ora sempre coperta che quelle orribili vetture di fiamme fredde Che quelle pietre fradice Piuttosto il cuore a serramanico Che questo stagno mormorante Che questa stoffa bianca che canta e nell’aria e nella terra Che questa benedizione nuziale che unisce la mia fronte […]

Continua a leggere

L’apparenza della pratica

L’uomo cerca risposte efficaci agli interrogativi che lo attanagliano. Pensa di solito in termini di utilità pratica ogni problema che gli si pone. Considera efficace una risposta quando ne può trarre un’utilità per la vita pratica, quando la sua attività funzionale produce oggetti pratici per l’uso quotidiano. L’uomo sottopone il suo pensiero ad uno sforzo incessante nella ricerca di soluzioni […]

Continua a leggere

HITLER HA VINTO

Nel momento stesso in cui la Germania ed il nazismo sono crollati, nel momento in cui la vittoria degli eserciti alleati è ormai acquisita, resta aperta per noi la questione degli ultimi due decreti di Hitler, ad appena un mese dalla sua fine, quando si dichiarava certo della sua vittoria. All’epoca tutti ci risero sopra, perché era evidente che nulla […]

Continua a leggere
1 2