Il venditore nato


Un giovanotto si trasferisce in città e va a cercare lavoro in un grande magazzino.

Il Responsabile: Hai già qualche esperienza come venditore?
Il Giovane: Ma certo! Nella città da cui vengo facevo il venditore.
Il Responsabile trova che il giovane sia simpatico e lo assume.

Il primo giorno di lavoro è davvero duro, ma il giovane riesce ad arrivare alla fine.
Dopo la chiusura del negozio, il responsabile va dal giovane.
“Quante vendite hai realizzato oggi?”
“Una!”
“Solo una? I nostri venditori in un giorno realizzano dalle venti alle trenta vendite! Per quanti soldi hai realizzato la vendita?”
“101.237 Euro e 64 Centesimi!”
“COSA !!! 101.237 Euro e 64 Centesimi? Ma cosa hai venduto?”
“Be’, è entrato un cliente e gli ho venduto un piccolo amo da pesca, quindi gli ho venduto quello medio, poi anche quello grande e quello gigante. Alla fine, gli ho venduto anche una nuova canna da pesca. Poi, gli ho chiesto dove sarebbe andato a pescare e lui mi ha detto di voler andare sulla Costa Sud. Allora, gli ho detto che avrebbe avuto bisogno di una barca. Così, siamo scesi al piano imbarcazioni e gli ho fatto
comprare un cabinato da otto metri con due motori da 100 CV. A quel punto, ha cominciato a pensare che, forse, la sua utilitaria non ce l’avrebbe mai fatta a tirare quella barca, quindi, siamo andati dal nostro concessionario e gli ho venduto un 4X4.”

… e il responsabile: “Vorresti dirmi che un cliente è entrato qui per comprare un amo da pesca e tu gli hai venduto anche una barca a motore e un fuoristrada???”

Oh, no no no!!!
Lui era venuto qui per comprare una scatola di assorbenti per sua moglie.
Allora, gli ho detto: “Bene, visto che questo fine-settimana non si scopa, perché non va a pescare?”