La metamorfosi del sono un cittadino


E’ da quando abbiamo promosso una lista civica che osservo parte del presunto nuovo che si trasforma in riproposizione di dinamiche partitiche, o persino peggio. Al di là degli slogan, vedo sempre più che il pesce non puzza sempre dalla testa e che le dinamiche sono umane, per cui non vorrei che come cittadini, dal basso, incensurati e con meno di due mandati, succedesse ancora qualcosa del genere:

  • Sono un cittadino, quindi devo mandar via il politicante.
  • Sono un cittadino, per mandar via il politicante devo togliergli la seggiola.
  • Sono un cittadino, per togliere la seggiola al politicante devo sedermi io.
  • Sono un cittadino, per sedermi sulla seggiola del politicante devo trovare i voti.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo chiederli come favore personale.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo chiedere aiuto a chi ha un bel pacchetto di voti personali.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo fare propaganda.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante, siccome non sono un granché devo sembrare meglio.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo nascondere un po’ di cose.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo fare un po’ di fumo.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo dire un po’ di balle.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante devo fare accordi con chi dice balle.
  • Sono un cittadino, per trovare i voti per togliere la seggiola al politicante che è riuscito ad avere la seggiola devo fare come il politicante.
  • Sono un cittadino, finalmente sono riuscito a sostituire il politicante!

Con un cittadino… diventato politicante.

 
Finora c’è chi ha accumulato un capitale di credibilità, spero che altri non lo dilapidino.