La patrimoniale

L’idea della patrimoniale equivale ad una doppia tassazione: la prima è sul reddito e la seconda sul reddito risparmiato e patrimonializzato.

Quindi va bene per chi si spende tutto, porta i capitali all’estero o crea società ad hoc e fa finta che i beni appartengano a un’impresa e quindi scaricano anche i costi.

La patrimoniale danneggia chi ha i beni al sole perché è onesto ed ha risparmiato e, poiché il risparmio proviene da redditi tassati e leciti e non da tangenti o entrate criminali, può esibirli alla luce del sole e non intestarli a società o portarli all’estero come certi mafiosi e la stragrande maggioranza di politici.

Sono patrimoni che provengono non da reddito evaso perché quello deve essere nascosto come sanno bene i grandi imprenditori ed i politici con i conti in Svizzera.

Chi è onesto e parsimonioso e cerca di creare per i propri figli un futuro, chi non ha nulla da nascondere, sarà punito per questo mentre politici, mafiosi e grandi capitalisti che portano i capitali all’estero.

Alla fine chi rimane fregato è sempre la persona onesta e noi paghiamo per mantenere un ammasso di delinquenti, corrotti, parolieri, nullafacenti che non sanno cos’è un lavoro.

Sanno solo chiedere per mantenere sé stessi, parenti e amici e godere di megastipendi e privilegi a tutto spiano con l’ausilio delle lobbies da cui sono pagati lautamente per appalti, commesse, incarichi ecc.

Le belle parole del politico non servono ad un emerito cazzo se poi non seguono i fatti.