Trasparenza, efficienza e rinnovo dell’amministrazione pubblica


Elezione diretta del Difensore Civico
Il difensore civico, al quale si dovrebbero appellare i cittadini per denunciare eventuali controversie con la pubblica amministrazione, è attualmente di nomina politica, è dunque opportuno risolvere questo innegabile conflitto di interessi.

Catasto degli appalti e garanzia di durata delle opere
Redigere e rendere pubblico e consultabile l’elenco di tutte le opere e le forniture pubbliche attuate dal Comune, dagli Enti collegati e da tutte le stazioni appaltanti, operanti sul territorio. Per ogni intervento deve essere riportato il costo, le finalità principali, i responsabili (impresa e tecnici preposti), la data di inizio e fine dell’intervento. Con uno strumento di questo genere, purché intellegibile e sufficientemente dettagliato, è possibile evitare duplicazioni di opere, (in particolare per quanto concerne ristrutturazioni e manutenzioni, ove è indispensabile sapere a che epoca risale il precedente intervento o la realizzazione dell’opera, etc.), e far sì che i cittadini possano esercitare la facoltà di controllo, consentendo agli stessi di individuare i responsabili di lavori eventualmente considerati non adeguati. A tal fine è opportuno stabilire delle garanzie di vita minima utile dell’opera realizzata e relative sanzioni economiche qualora tali garanzie non venissero rispettate.

Controllo rigoroso dell’utilizzo delle finanze e sull’amministrazione delle società comunali.
Gli appalti, le società municipalizzate e partecipate (a controllo diretto ed indiretto) del comune devono tornare ad essere gestite secondo criteri di totale trasparenza. Taglio dei costi delle consulenze esterne e valorizzazione delle competenze interne dei lavoratori comunali.

Promuovere l’uso del software aperto e/o libero
Promuovere l’uso di programmi e sistemi operativi aperti e/o liberi. Soprattutto nella pubblica amministrazione e negli istituti scolastici, ottenendo così una notevole riduzione dei costi di gestione e al tempo stesso favorendo la libera iniziativa degli enti coinvolti.