Un gran giorno per la libertà


Nel giorno in cui i muri caddero
Gettarono i lucchetti a terra
Ed alzando i bicchieri,
levammo un grido perché era arrivata la libertà.

Nel giorno in cui i muri caddero
La Nave dei Folli s’era finalmente arenata
Le Promesse accendevano la notte
come colombe di carta in volo.

Ho sognato che non eri più al mio fianco
Non restava calore, né orgoglio
E anche se avevi bisogno di me
Era chiaro che non potevo fare niente per te

Ora la vita si svaluta giorno per giorno
Mentre amici e vicini se ne vanno via
E c’è un cambiamento che, pur con rimpianto,
non può non essere fatto

Ora le frontiere si spostano come deserti di sabbia
Mentre le nazioni lavano le loro mani insanguinate
Di lealtà, di storia in sfumature di grigio

Mi sono svegliato al suono dei tamburi
La musica suonava, il sole del mattino entrava
Mi sono voltato e ti ho guardato
E tutto tranne un piccolo residuo è scivolato via,
…scivolato via