Una delle mie crisi

Giorno dopo giorno, l’amore diventa grigio
Come la pelle di un moribondo.
E notte dopo notte, fingiamo che sia tutto a posto
Ma io sono invecchiato
E tu sei diventata più fredda
Niente è più veramente divertente oramai.
Ed io sento che una delle mie crisi sta arrivando.
Mi sento gelido come la lama di un rasoio,
Stretto come un laccio emostatico,
Secco come un tamburo funebre.

CORRI IN CAMERA DA LETTO,
NELLA VALIGIA A SINISTRA
POTRAI TROVARE LA MIA ASCIA PREFERITA.
NON SPAVENTARTI
È SOLO UNA FASE PASSEGGERA,
UNO DEI MIEI GIORNI STORTI.
VUOI VEDERE LA TV?
O SCIVOLARE TRA LE LENZUOLA?
O CONTEMPLARE L’AUTOSTRADA SILENZIOSA?
VUOI MANGIARE QUALCOSA?
VUOI IMPARARE A VOLARE?
VUOI?
VUOI CHE PROVI IO?

Vuoi chiamare gli sbirri?
Pensi che sia ora che la smetta?
Perché stai scappando viaaaaaaaa…..?