Enkidu viene trattenuto agli Inferi

Egli non ascoltò il consiglio del suo signore.
Egli indossò vestito lindo,
così essi riconobbero che egli là era uno straniero.
Con unguento prezioso egli si spalmò, così essi sentendo il suo profumo si assembrarono attorno a lui.
Egli gettò negli Inferi il boomerang, così quelli che erano stati uccisi dal boomerang, lo circondarono.
Egli prese in mano uno scettro, allora tremarono davanti a lui gli spiriti!
Egli mise ai piedi sandali, e fece rumore negli Inferi!
Sua moglie, l’amata, baciò, tua moglie, l’odiata, picchiò, suo figlio, l’amato, baciò, suo figlio, l’odiato, picchiò:
allora il lamento degli Inferi lo intrappolò:
“Di colei che là riposa, che là riposa, la madre di Ninasu, che là riposa:
le sue pure spalle non sono ricoperte di nessun vestito, i suoi puri seni sono come coppe di unguento appese!”
Quando Enkidu tentò di risalire dagli Inferi, non lo trattenne Namtar, non lo trattenne Asakku, lo trattennero gli Inferi!
Non lo trattenne il guardiano di Nergal, lo trattennero gli Inferi!
Non cadde in un campo di battaglia, lo trattennero gli Inferi!