Guerra Civile NO TAV

NO TAV

Quello che sta accadendo in Val di Susa, altro non è che la mostruosa equazione politica=mafia.

Gli Italiani hanno espresso il giudizio democratico da anni.
Il movimento NO TAV è una questione di popolo italiano e non semplicemente di abitanti del luogo.

In Italia è evidente che non viviamo più in uno stato democratico e questa parola usata dalla classe politica è un insulto all’intelligenza di tutti, perché in democrazia è sempre al popolo che spetta l’ultima parola.

Esistono procedure per far sentire la propria voce, esistono numeri da raggiungere, esistono leggi da rispettare.

Tutto questo gli abitanti della Val di Susa lo hanno fatto.

Tutto questo il regime nel quale viviamo non lo ha rispettato e la sua risposta è militare, prendiamone atto tutti, da nord a sud!

Avere un opinione non è un reato è un diritto, ma andare contro il volere popolare, democraticamente espresso, è un reato!

I militari coinvolti contro il movimento NO TAV sono guidati da una forma di governo di stampo anarchico insurrezionale!

Chi non rispetta il volere democratico, chi è contro a qualsiasi forma di espressione democratica è indubbiamente, legalmente, filosoficamente, anarchico.

Siamo governati da un regime, da feudatari pronti a sacrificare le nostre vite senza il minimo scrupolo e questo solo per soldi!

Stimo molto gli amici e concittadini della Val di Susa che si sono dimostrati e si stanno dimostrando democraticamente attivi ed emancipati.

Hanno esercitato e stanno esercitando il loro diritto di espressione popolare in modo esemplare per tutti.

Il gruppo anarchico si sta rivelando per la sua vera identità, composto da elementi schiavi del denaro, forse del demonio, perché non so davvero più cosa pensare!

Con le forze militari si arrestano persone che lottano per difendere il proprio territorio, che ormai possiamo considerarle guerriglieri e non più manifestanti.

GRAZIE a tutti i NO TAV

… perché tutto il resto è nauseante