IL BIVIO EUROPEO


Il dibattito sociale è fortissimo a causa delle misure di austerity dettate nell’intera Europa. Il nostro paese, che ci dicono fortemente esposto nel debito pubblico, é stato ridotto in briciole, prima da governi eletti ma faragginosi e inetti, poi da un governo tecnocrate non eletto.
La povertà aumentata a dismisura é destinata ad accrescere ancora.
E’ uno Stato miserevole il no…stro, nel quale le condizioni di indigenza di una larghissima fascia della popolazione é inversamente proporzionale alla miserevole mancanza di valori di una classe dirigente inetta, incapace e meschina, disposta a tutto, anche a svendere quei valori di democrazia conquistati col sacrificio e il sangue, pur di mantenere il proprio status-quo.
Ma come é possibile svendere una democrazia? C’è una Costituzione, scritta a salvaguardia dei diritti imprescindibili di ciascuno?!
Einstein affermò “ non so come si combatterà la terza guerra mondiale, ma so come si combatterà la quarta, con le pietre”
Questa frase, contiene una grande rivelazione, che oggi si presenta in tutta la sua crudezza.
Nel 1992 nasceva col Trattato di Mastricht l’Unione Europea. Sin dagli inizi é emersa la necessità di dare all’Unione una Carta Costituzionale nella quale tutti i popoli aderenti potessero riconoscersi e dalla quale far poi discendere le leggi comunitarie.
La prima bozza della Carta Costituzionale fu bocciata nel 2005 dai referendum francese e olandese. L’opinione dei due popoli era che la Carta conteneva norme che contrastavano con le Costituzioni di entrambi i paesi e che mettevano in serio pericolo la democrazia.
La seconda elaborazione, Il Trattato di Lisbona, non fu sottoposta a referendum popolare, fu sottoscritto dalle classi dirigenti europee in assoluta segretezza, senza che i contenuti ne venissero prima divulgati e approvati dai popoli europei. Perché ??
Il Trattato di Lisbona, che integra e corregge il precedente Trattato di Mastricht, costituisce la Carta Costituzionale europea. Le sue 329 pagine comprendono normative inquietanti:
– il Trattato cancella la sovranità di Stato dei paesi Membri, poiché nomina l’Unione unico soggetto dotato di potere normativo e obbliga gli stati membri a recepire ed attuare nei loro territori la legge emessa dall’Unione;
– esautora gli stati membri della sovranità economica e monetaria istituendo una Banca Centrale Europea, unico soggetto che a proprio insindacabile giudizio stamperà moneta per tutta l’unione e impartirà direttive a tutti i paesi dell’unione in campo economico e finanziario;
– sebbene il trattato di Lisbona recepisca la carta fondamentale dei diritti dell’uomo e il valore della vita di ogni essere umano, in nota in calce all’art. 2 del capoverso “Diritto alla vita” viene riportato quanto segue :
>>>>La morte non si considera inflitta in violazione di questo articolo quando risulta da un ricorso alla forza resosi assolutamente necessario:
1. per assicurare la difesa di ogni persona dalla violenza illegale;
2. per eseguire un arresto regolare o per impedire l’evasione di una persona regolarmente detenuta;
3. per reprimere, in modo conforme alla legge, una sommossa o una insurrezione.
Il Trattato inoltre:
– vieta qualsiasi tipo di manifestazione contro l’Unione europea
– sancisce l’obbligo di ciascun paese membro di adottare risoluzioni di guerra contro altri stati qualora l’Unione europea lo ritenga necessario per la salvaguardia della stessa Unione pena l’intervento armato dell’esercito europeo nel paese disobbediente;
– istituisce che l’intera Unione sarà governata da 27 membri nominati (non eletti).>>>>>
Questo Trattato, in sostanza e in realtà, instaura un sistema dittatoriale e introduce la pena di morte. La polizia potrà sparare su chiunque potrebbe costituire un pericolo. Chi deciderà se si tratta di una manifestazione o di un’insurrezione? Chi deciderà se quel soggetto é da abbattere perchè pericoloso? Non sono previsti tribunali, difese e quant’altro.
SI TRATTA DI UN ATTO GRAVE, ABERRANTE, UN ABOMINIO, CHE POTEVA ESSERE SOTTOSCRITTO SOLO SOTTO LA MASSIMA SEGRETEZZA E CON LA COMPLICITÀ DELLE CLASSI DIRIGENTI .
Inutile invocare la Costituzione italiana, essa é divenuta carta straccia, sottomessa e umiliata. Tutti i cittadini europei sono stati occultamente e violentemente sottoposti al potere assoluto che sarà detenuto da un gruppo di 27 persone, quelle stesse persone che appartengono al Gruppo dei Trenta, di cui fanno parte Mario Draghi e Trichet.
Di cosa si tratta se non di un terzo conflitto mondiale? Certo non sì é combattuto nelle strade, nelle piazze, con i carri armati e i fucili. Ecco perché Einstein diceva “non so in quale modo si combatterà la terza guerra mondiale”, Era consapevole che la tecnologia e l’evoluzione delle tecniche di finanza internazionale, avrebbero costituito delle armi pericolose per il genere umano. E’ stata un’operazione agghiacciante, pianificata a tavolino, e le armi usate sono state l’economia e la finanza.
La vessazione continua, la povertà, complice la disinformazione dei media e la propaganda politica, hanno tenuti occupati gli italiani, (ma anche gli altri popoli ) alla lotta per la sopravvivenza giornaliera, impedendo così loro di ragionare su ciò che stava “realmente” accadendo, spingendoli ad informarsi oltre i limiti dell’informazione controllata.
Oggi però, grazie ad una classe europea di intellettuali onesti , composta da giuristi, scrittori, artisti, economisti, docenti universitari, la verità si sta diffondendo.
Oggi siamo ad un bivio, e la strada che decideremo di intraprendere sarà fatalmente il nostro futuro e delle generazioni che verranno.
Dobbiamo decidere, e in fretta, se accettare di rimanere sudditi, senza libertà di espressione, senza possibilità di scelta, oppure possiamo decidere di rialzare la testa, compiere un coraggioso gesto di orgoglio e dire basta, far saltare in aria il sistema corrotto nazionale, la sovrastruttura europea con la sua moneta mostro, e riappropriarci della nostra vita e della nostra terra.