La bellezza non ha proprietà

La bellezza non è un rotolo di banconote e neanche un corpo perfetto.

Questi sono solo alcuni inutili orpelli di questi tempi disgustosi.

La bellezza non è dannarti l’anima combattendo furiosamente contro l’orologio, docile, fedele servitore del tiranno capitalismo.

La bellezza non è consumare, finirai consumato altrimenti.

La bellezza non è merce, ma quello che tu puoi fare, le tue azioni.

Non inseguire un’intelligenza artificiale o una competizione disumana.

Torna a saper dare tutto per le tue idee.

Questa è la vera bellezza.

Una mente chiara, lucida, insensibile alle effimere sirene dell’ipocrisia, soffrirà di questi tempi, ma troverà qualcosa di unico sapendo guardare oltre.

Non barattare la tua vita per un granello di finto successo deciso da altri, riprenditi te stesso convinto che nessuno potrà fermarti.

Una donna con una ferita sul volto è la tua regina, una donna che rischia osando è la tua musa.

Case,macchina,conto corrente non sono queste cose che fanno la tua consapevolezza.

Mutuo,borse inutili, scarpe firmate che ti conducono ad una bottiglia d’alcool non possono comandarti.

La bellezza è la forza di un ciclone, il rifiuto di ciò che ti offrono come modello imposto, la disobbedienza quando tentano di importi ciò che non vuoi.

La bellezza è l’amore, la solidarietà, la vita armoniosa della natura, calore, sorrisi, occhi sinceri, quando la missione che senti tua, ti porta a brillare di luce autentica, non riflessa ed artificiale.

Impara a dire no, quando ne sei convinto e soprattutto se è vietato, scendi dal tuo personale nastro trasportatore, svegliati padrone della tua mente e del tuo tempo.

Non è vita aggirarsi tra le ombre, non è vita accettare di essere battuto come un tappeto.

Non hai un proprietario, ricordatelo.