LA MANCATA RIVOLUZIONE


La forza propulsiva di quello che è un movimento del popolo arretra in desolanti superminchiate televisive , portali insignificanti , leaderini allo sbaraglio , piccoli politici all’arrembaggio.

La differenza fra un movimento e una lista civica seppure nazionale è la mobilitazione territoriale , l’attività di presidio , forza e vicinanza nelle battaglie civili , difesa del territorio e protesta sociale. La contaminazione di ” piccoli aspiranti politici ” ed espressione partitica ha minato la risposta che un movimento deve dare quando sono fondanti i valori etici , le regole portanti ed una visione del bene comune e lotta sociale che và al di là dell’orticello politico locale o delle contese per sapere chi sono i candidati.

UN movimento vero sono I NO TAV , un movimento politico come i 5 stelle deve prima di tutto dare garanzie che una volta entrato nel sistema lo combatte e riforma in modo duro , non se nè fà coinvolgere , abbindolare , comprare.

La costante demolizione delle persone autorevoli in grado per cose fatte , reputazione e fiducia come Beppe Grillo , fatta dall’esterno e dai media è comprensibile , meno se fatta dall’interno. A questa si affianca il tentativo di demolire figure a lui vicine , bollate come leccaculi , schiavi del guru o casaleggesi.

I trombati della vecchia politica , militanti , dopo essere stati cacciati dai partiti o movimenti collaterali , sono riusciti ad infiltrarsi nel movimento , a questi si sommano i panteisti della democrazia diretta , uno shampoo antiforfora per il regime , che cercano di incollare la gente su un computer a cliccare cazzate.

La battaglia per il risveglio popolare , riconquista del territorio e delle istituzioni deve continuare.

La RETE è chiamata ad un ruolo piu’ attivo , consapepole e forte . Da supporto , deve venire controllo / garanzia.

Stiamo attenti a chi eleggiamo , la delega in bianco è finita , troppi terminali una volta eletti tradiscono il mandato incanalandosi in un mondo ovattato e democristiano.

In parlamento devono entrare CITTADINI KAMIKAZE , non bambolotti e mezzeseghe compiaciuti di se stessi davanti ad una telecamera o in una intervista stampa da COGLIONCELLI.

Tinazzi


Un commento