LO SCONTRO

In alcune occasioni nella vita reale o virtuale si arriva allo scontro , per differenze di vedute , catteriali , comportamenti anomali , per posizioni o obiettivi politici , per interesse.
La RETE composta da gruppi , fatiscenti e vere amicizie e mezzi tecnologici di gradimento ( mi piace ) e possibilità di intervenire, spesso da spunti di osservazione .
Dimmi come combatti e ti diro’ chi sei
Dimmi come ti schieri e ti diro’ chi sei
:::::::::::
Di fronte al conflitto le reazioni sono diverse e sempre assistiamo al delinearsi di diversi profili :
a ) il compagno
Ti supporta a spada tratta , ha fiducia , si espone e nello scontro ti difende.

b) il paraculo

Si defila , nasconde , scappa , ignora  da ogni scontro e schieramento perchè si perde da una parte e si acquista dall’altra , tiene buoni tutti per se e per nessun altro ( tranne il caso che non condivide , ma in questo caso te lo dice ed esce dalla categia paraculo. )
c) l’osservatore
Rifugge da polemiche , guarda dal buco della serratura , poi pettegola ma non si espone , si gode lo spettacolo.
d) il genitore
Sempre e comunque , mentre la gente se le suona , con aureola divina , scende sulla terra, e predica amore , unione e prosperità.

I bisogni degli individui , le loro aspirazioni , i loro intenti e mosse riflettono poi un profilo socio-culturale diverso ; di fatto c’è chi si serve della RETE per espandere il proprio IO , magnificarlo , chi fa piu’ squadra team nel bene e nel male , chi -da perfetto italiano medio-si fa i cazzetti suoi e campa meglio.

E’ quindi interessante in caso di conflitti , non soffermarsi sulle diverse posizioni ( amici e nemici ) , ma sopratutto concentrarsi su chi si defila.

Le comunità virtuali nascono da due bisogni :
a ) sicurezza che da il fatto non essere soli ma inseriti in un villaggio-tribu’
b) possibilità di autoaffermarsi e acquisire un ruolo nella comunità

Spesso la  rete è ricca di grande individualismo  e fuoriclasse , scarso il senso del gruppo di lavoro e team , alto l’interesse emotivo nel spandere temi galattici e proteste . E’ piu’ economico, a volte , che andare allo stadio e gridare ” arbitro cornuto !

Tinazzi