MoVimento 5 Stelle: ecco chi siamo

Chi siamo? Siamo cittadini italiani, informati e incazzati.

Dove andiamo? Sopra e oltre.

Cosa facciamo? Informatevi!

Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.

I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo.

Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche e con cittadini impegnati.

Il MoVimento 5 Stelle nasce appunto da una libera associazione di cittadini decisi a impegnarsi sul territorio, stanchi di delegare il proprio futuro alle decisioni prese nei “palazzi”.

Il MoVimento 5 Stelle vuole eliminare “la politica di professione”.
La politica che intendiamo noi è un “servizio civile a tempo determinato e costo minimo, come dipendenti pubblici che ratificano le decisioni prese dai cittadini tramite votazioni sul web”

I principi fondanti del MoVimento 5 Stelle sono elencati nel Non-Statuto.

Gli obbiettivi del MoVimento 5 Stelle a livello nazionale sono elencati nel Programma.

Gli obbiettivi del MoVimento 5 Stelle a livello locale sono elencati nella Carta di Firenze.

Uno dei valori del MoVimento 5 Stelle è la democrazia diretta e partecipativa: per questo motivo tutti i programmi, nazionali e locali, sono stati creati in “stile-wikipedia” cioè aperti alle proposte, modifiche e critiche costruttive dei cittadini espresse tramite internet.

Il MoVimento 5 Stelle non riceve alcun finanziamento pubblico e non fa alleanze con i partiti,  ma solo con comitati di cittadini su specifici temi valutati liberamente di volta in volta.(esmpio: comitati acqua pubblica,NO TAV, NO GRONDA, ecc.)

Il partito “tradizionale” funziona così:
E’ una struttura piramidale.
Al vertice c’è un leader, poi c’è un direttivo nazionale, poi i direttivi regionali, quelli provinciali, quelli cittadini.
Le decisioni sono prese dall’alto e poi si riversano a cascata verso il basso.

Il Movimento 5 Stelle invece è TOTALMENTE DIVERSO.
Ha una non-struttura.
Una rete. Dinamica e non statica.
I nodi sono le Persone e i link le relazioni interpersonali.(nei partiti invece le relazioni sono stabilite da un modello gerarchico)
Una non-struttura, leggera, sempre in movimento.
Ognuno vale uno.
Non ci sono capi, nè capetti, nè tessere.
Qualunque cittadino può decidere di diventare attivo.
Decide di impegnarsi sul territorio per battaglie concrete (acqua pubblica,energie rinnovabili,internet e wi-fi gratis e libero,no inceneritori,raccolta differenziata,ecc.) si aggrega con altri cittadini che hanno gli stessi obbiettivi. (come strumento aggregativo può aprire un meetup)
Poi se in vista delle elezioni i cittadini vogliono fare una lista 5 stelle ben venga,ma nessuno li obbliga.
Presenteranno tutti i documenti necessari e se avranno rispettato tutti i requisiti allora saranno certificati e riceveranno l’uso del logo 5 stelle.

Il logo è il CERTIFICATO UFFICIALE che attesta i requisiti dei candidati, nulla di più , nulla di meno.

Grillo è il garante del logo del m5s per tutelarlo nell’interesse dei 180’000 (per ora) cittadini iscritti al m5s.
Chi fa parte del m5s accetta questo principio.
Pagina 3, articolo 3 del Non-Statuto.

E poi gli eletti saranno controllati dalla rete, dai cittadini dal basso: ogni 6 mesi i consiglieri 5 stelle eletti devono rendicontare il loro operato ai cittadini e se non sono stati all’altezza vanno a casa e via un’altro.

Dinamico.

Infatti si chiama MoVimento :-D

Loro non si arrenderanno mai, noi neppure: il nostro grido di battaglia, ma all’occorrenza anche Vaffanculo :-D

Per tutto il resto guardatevi questo video

“Salimmo sù, el primo e io secondo,
tanto ch’i’ vidi de le cose belle
che porta ‘l ciel, per un pertugio tondo.
E quindi uscimmo a riveder le stelle.”

Dante – Inferno – Canto XXXIV