SIAMO IL 20%

IN un paese dove l’80 % dei fantasmi , che chiamano cittadini ” esprime vomito verso la politica ed i partiti ,l’obiettivo dell’MS5 ” siamo il 20% ” è un obiettivo minimo.
Il 20% vuol dire 80 deputati e il terzo NON partito in Italia. MI sembra che in questo contesto sociale , politico e fognesco , mia nonna farebbe meglio.

Lo stesso obiettivo previsto prima ancora che nascesse l’MS5 , quando c’era il nuovo rinascimento e qualche lista civica , richiesto a gran voce da un blog VIVO . Beppe rispose che sarebbe stato un suicidio allora .

Oggi è fattibile.

Non solo dovrebbe essere alla nostra portata , ma facilmente ottenibile con l’impegno di tutti.
Il fine non è 80-100 deputati ; questo è solo il mezzo per cambiare il sistema . Ovvio che entreranno in pista con eroi , paraciuli , infiltratii che cercheranno di entrare nel gran carro.
Due i requisiti forti affinchè la barra rimanga sotto controllo e dritta ; non minare autorevolezza e garanzia direzionale di Beppe e Casaleggio ; limitare la vis politica di troppi che si sentono politici e un buon funzionamento della RETE come fiato sul collo “al partito unico” e fiato sul collo ai nostri terminali in uno scambio partecipativo alto.

Ma il collante principale rimane LA FIDUCIA. O si ha o è bene farsi da parte.
“Partito unico si'” , come NEL FASCIMO. Infatti il governo Monti sancisce la nascita del partito unico dove PDL , PD , UDC , LEGA ECC che non hanno piu’ bandiere , finiti colori , ma solo il grigiore DEL POTERE .
Noi SOLI contro il partito unico , che si caga sotto , si unisce dal confluire di varie cloache , ma il colore finale rimane sempre marrone .
E’ il momento di muovere il culo, di prepararsi ad incidere ; impegno civico , rete , candidature .

Non è il momento di demotivazioni , giuste riserve , recriminazioni ma di fare gesti concreti.
IL movimento consente ai cittadini con l’elmetto di farsi valere , di coalizzarsi , fare squadra , eleggere i suoi portavoce in parlamento e nei comuni.

Vinceranno i migliori ? No. forse anche i piu’ ambizioni , o anche i piu’ meritevoli ; a meno che il movimento civico tutto partecipi pienamente insieme a RETE , movimenti e gruppi ; invece di cazzeggiare , a volte fottere e chiagnere.
IN questo caso vinceranno tutti.
Con il punto finale , l’entrata di peso del parlamento , si conquista un’altra tappa che appena due annni fa era impensabile.
Chissà in questo viaggio se ognuno di noi è stato motore o freno.Penso ovvio il motore.
Puo’ essere per alcuni un punto di arrivo , per altri un punto di partenza .

La fine di un lungo lavoro che spero sia stato positivo ; o l’inizio di un nuovo impegno , rimanendo sempre nel nostro DNA il fatto di essere sempre e comunque cittadini con l’elmento .

SE siamo in guerra dobbiamo vincerla .

Sospendendo un attimo frizioni , conflitti , antipatie e supercazzole.

Tinazzi