SPY GAME


una discussione , solita ,bega di cortile ,un po’ da piccolo club che vuole lavare i panni in famiglia che attraversa i conflitti dell’emilia da anni e che probabilmente doveva rimanere confinata negli spazi di un meetup e di qualche uscita di face book , viene raccolta dai media immediatamente perchè ci sono elementi forti che coinvolgono persone di spicco elette nel movimento.

Grazie al cambio del titolo della rubrica ( spy game ) molto piu’ attention getting e catturante l’attenzione( chi l’ha proposto ? và espulso dal movimento ! ) , nonchè meno cattivo , rognoso e forte , quello che era l’intento fra l’ironico e il faceto di smussare toni e tinte , diventa una cosa che guadagna i titoli di tutti i giornali con Padoan che compare in tutti gli articoli -repubblica , fatto , oggi libero , incluso editoriale del corriere della sera , prima di copertina di Sartori e Tavolazzi….completano il quadro.

I media poco si interessano del pollaio emiliano , ma guardano alla sostanza dal basso e dall’alto e ovvio remano contro di noi , ma qualcuno ci osserva e guarda se oltre alla protesta , siamo in grado di esprimere una forza di governo , dal comune e stando ai sondaggi…….. del paese .
:::::::::::
Quindi non sono solo beghe di un paesotto bolognese o emiliano , gelosi delle loro cose e allergici alle intrusioni di Tinazzi , oggetto di ogni offesa e sarcasmo. Non mi sorprende che mi rispettino piu’ i partiti addirittura che gente del non movimento.
:::::::::::
L’articolo di GIulia ZAccarielllo ( quella che ci conosce meglio nel peggio) per quanto non puo’ piacere mette il dito su stracci , regolamenti di conti , dossiè che si trascinano da tempo.

C’è un intervento interessante di un certo Torquemada il Misericordioso nei commenti sotto l’articolo del fatto :

Nell’intervista-tappetino al Vice il signor Beppe Grillo ha detto : «Siamo un movimento orizzontale, se ti sviluppi in verticale diventi un partito».

Mi sorge un dubbio : ma se NON ti sviluppi in verticale che succede ? Il movimento si polverizza in 1000
parrocchiette ?

Quindi l’allergia totale , spettro di una non organizzazione -non staff -no struttura , poi di fatto crea una miriade di repubblichine marinare che danno la sensazione che il capo và in una direzione , la coda in un’altra. IL tutto coperto da un po’ di ipocrisia di buoni intenti.

Non solo si verificano poi contatti diretti , indiretti e considerando i conflitti esistenti che nascono proprio da una non organizzazione e molta libertà , si crea una situazione non proprio chiara .

Appare comunque fin troppo evidente , confermato e chiaro che senza le poche regole , la direzione e trascinamento di Beppe e CAsaleggio che mettono in rete sociale rete -simpatizzanti-attivi e portavoce ,il movimento durebbe un secondo.

Ma allo stesso tempo è assolutamente umano e ragionevole che si siano contatti fra staff ed eletti se è vero che il blog dovrebbe mettere a disposizione le risorse e le competenze per il territorio a supporto oltre a favorire l’irradiazione. Ma proprio la non organizzazione-non coordinamento in un movimento di crescita esponenziale crea un distacco fra blog e field del movimento ( gruppi -attivi e varie) , impossibile da gestire . Piu’ facile capire gli umori della rete , coglierne gli aspetti e desiderata portanti attraverso l’osservazione degli influencer e la rete che si ritiene piu’ importante . Grande l’ipocrisia nel dire ” non so’ , non ho mai parlato , ci sentiamo una volta ogni tre anni.
:::::::::::::::
Gli aspetti collaterali negativi sono che una persona ritenuta di fiducia che sparla su un altro in conflitto politico , genera una situazione di trombato a sua insaputa , visto che il basso è molto spesso , molto basso nonostante predichi valori democratici che nascondono invece guerre fra fazioni.
::::::::

Sartori fà una analisi semplice che rappresenta il pensiero di una nostra classe dirigente vecchia , ma meno peggio.
Sbaglia contenuto e analisi , individuando un padre padrone che dice di non fare il capo , ma si limita a prendere le decisioni che contano . Quindi non apppena un sindaco non sceglie le persone che piacciono ( Tavolazzi ) si abbatte la forzatura del capo. E la deduzione finale che il movimento 5 stelle come la lega và bene come forza di pulizia nei comuni-medio piccoli e non come forza di governo ( vedi Parma ) .
:::::::::::::

Se comunque l’esperimento movimento ha funzionato grazie al contributo di spinta casta ladrona, crisi economica e forza comunicativa di Grillo , nonchè l’ambizione dal basso di entrare nel sistema , ora che il movimento proietta un 30% e rischia di essere la prima forza politica in italia , è probabile che la bicicletta avuta non si possa poi gettare via o ridimensionare . Sta entrando una forza che proietta 100 deputati e oltre , la direzione è assicurata da 4 gatti che non possono verificare tutto e una base ad alta conflittualità latente e visibile.Le competenze che ci sono nella rete , non sono considerate , individuate .

Manca il terzo incomodo ; quella cosa di cui tutti parlano , nei progetti editoriali , nei blog e tutti a questa fanno riferimento : LA RETE .

Se questa esiste , se ha una sua coscenza critica , se questa onda si raccoglie , oggi non è rappresentata.
Non trova corrispondenza verso i suoi punti di riferimento autorevoli che vengono sputtanati , isolati nei micro-gruppi politici e poco considerati dal blog.

Questa rete di pedalatori , visibile , fatta di cuore , spinta e speranze guarda e si interroga sul suo non ruolo . Ad oggi determina solo post ,supporta l’ossatura del movimento e viene usata molto spesso , perchè composta da persone sane , idealisti , ingenui in apparenza . La rete guarda fisionomie da partito 5 stelle e si incazza .
La rete è fatta di persone , non da inconcludenti avatar , autori di 6000 post , da curare , malati e rompicoglioni. La rete legge , è piu’ informata , intelligente di quanto sembri ai nostri navigati aspiranti politici in cerca di notorietà .

Orsatti in un recente articolo titola :
http://orsattipietro.wordpress.com/2012/06/13/chi-fermera-grillo-la-rete-2/

Chi fermerà #Grillo? La Rete

Ecco. La tanta osannata rete diventa il principale ostacolo per Grillo e i suoi soci esperti di comunicazione virale. La rete non perdona. Soprattutto chi cerca di controllarla.

Orsatti intuisce un’area critica , ma come SArtori sbaglia completamente il bersaglio .

Perchè i giornalisti schiavi e mantenuti dal sistema hanno un solo obiettivo : demolire i fattori piu’ importanti di successo del movimento : Beppe e Casaleggio.

Ma intuisce un problema / opportunità ; esistono persone che sembrano costantemente operare un marketing virale a totale incondizionato sostegno ( non per manipolazioni e varie , ma per scelta personale ) , ma la rete non perdona e una volta individuate le caccia a calci in culo, mentre ostacola i finti profeti , filosofi paraculi della democrazia delle scelte loro.

IN tutti i processi politici del movimento la rete è esclusa ; ora vuole contare .

Sopratutto per non eleggere una strafila di deputati che poi vanno per i xazzi loro e sviluppano il loro illuminato pensiero individuale , espressione delle parrocchiette di turno in un turbinio di sfilate media da MIss Italia o Miss velina .

Gli Amici di Beppe Grillo di Bologna

Bologna, BO
2,054 Iscritti

Benvenuto nel meetup “Amici di Beppe Grillo di Bologna”!Questo meetup è nato nel 2005 e si compone di due sezioni principali:- un forum di discussione dove puoi dare il tuo …

Check out this Meetup Group →

Tinazzi