Hanno ammazzato pablo , pablo è vivo.

Hanno ammazzato pablo , pablo è vivo.
Hanno ammazzato il nick name Tinazzi , Tinazzi è morto.
*****
Morto virtualmente in rete , non esiste , è scomparso , forse non c’è mai stato.
Non ha inventato un nuovo progetto politico , non ha protestato piu’ di tanto .
Puff ….nessuno se ne accorto perchè la materializzazione avviene nel traffico , cosi’ come la sparizione .
Ti accorgi nel traffico della rete che scompare quella macchinina bianca che tutti i giorni percorre le strade finte dell’ipercazzata del web?
No. Perchè gli impulsi , click , note , copia incolla , canzoni , deliri , proclami ….ti sommergono e appagano .

Tinazzi is dead . why?

Perchè si è rotto i coglioni?
Perchè ha altro da fare ?
Perchè non ha piu’ nulla da dire ?

No . Perchè le cose per gli esseri normali devono avere un senso , un ruolo , un obiettivo che sottiintende azioni.
Mancando questo , la presenza è ininfluente quando il branco và verso obiettivi che non guida , decide , muove.

Meglio allora uno spettacolo teatrale , dove scegli lo spettacolo , paghi e osservi.
Non hai obiettivi finti di interazione , costruzione e finta partecipazione.
Sei uno spettatore , lo sai e se lo spettacolo non ti piace , esci e te vai.

Si puo’ dire che lo spettatore in oggetto ha cambiato canale , soggetto , nell’inutile mare artificiale dove trionfa l’eterna politica.

Puo’ cambiare forme , sembianze e apparenze , ma la sostanza è sempre la stessa ; emergere e conquistare la cadrega . UN mondo nuovo si è aperto quello dei movimenti ; la rete è bacino di consensi e futuri voti. Una lenta costruzione per arrivare al potere , per entrare in quella casta che conta , che oggi è l’unica carta buona per occuparsi.

UN giorno si diceva ” trovati un lavoro ” , oggi cercati un movimento che ti assicuri un futuro. Morte le imprese , i concorsi pubblici , le opportunità di libera professione , morti i concorsi bancari , diminuite fortemente le possibilità di farsi raccomandare , l’unica occupazione di molti giovani , precari , disoccupati o occupati assistenziali ambiziosi è fare la vecchia politica per emergere.

Quindi ci si butta in questo mare competitivo dal basso…..alla ricerca di collocazione con in una mano una finta bandiera , che si tradisce subito per un’altra via piu’ prosperosa.

Dietro a grandi temi , appassionate battaglie sempre piu’ spesso emerge il furbo , l’abile e il parassita , che alleato ad altrettanti furbi , parassiti e abili cerca di vincere con ogni mezzo la sua partita in nome della libertà , democrazia e riduzione degli sprechi.
l’etica politica non esiste , la moralità nemmeno ; è il trionfo dell’ipocrisia abbinata alla parola democrazia , l’ha piu’ vomitata che ci sia.

La decrescita felice di un sistema , appaga chi non ha nulla. E il nulla rimane per una corsa alle briciole del potere incoraggiate dalla casta , che ha a che fare con persone che si appagheranno facilmente e che mai attaccheranno i veri saccheggi e sprechi.
Cosi’ come vengono allontanate dal basso e dall’alto persone che vorrebbero cambiare veramente le cose e che non applicherebbero il manuale cencelli nel dare incarichi al sotto governo dei pezzenti.
E Tinazzi , in questo mare scompare , nè si accontenta di supportare troppi disonorevoli , buffoni , ballerine cozze e infami.

Buon viaggio

Tinazzi