Io Vi Troverò !!!

AttaccoCostituzione della Repubblica Italiana Articolo 3: La legge è uguale per tutti.
“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

Questo è quanto recita, quello che secondo me è, l’articolo più importante della nostra meravigliosa Costituzione.

Lo giudico il più importante non perché gli altri siano inutili, anzi, tutto il contrario. Ma questo articolo specifico serve ha farci sentire sicuri nel momento “peggiore” della nostra vita: quando abbiamo subito un sopruso.

L’Art. 3 serve ha garantirci “Giustizia”, spetta sempre a lui garantirci che questo avvenga sistematicamente e non sporadicamente, perché è nelle sue mani che il cittadino ripone la fiducia.

Ho deciso di affrontare il tema “Articolo 3 della Costituzione” non per fare retorica sui procedimenti in corso che coinvolgono chi ormai conosciamo tutti e fin troppo bene, ma per un motivo diverso:

La sistematica violazione di questo articolo da parte delle Istituzioni.

Sono diversi giorni che odo le urla degli strilloni televisivi uniti ai titoli a caratteri cubitali dei giornali scritti dai pennivendoli e tutti loro insieme, urlano e scrivono. Scrivono di una nota personalità politica che molto “Democraticamente” ha deciso che la rete debba essere regolamentata.

I problemi, a mio modesto parere, sono diversi: iniziamo col dire che alle affermazioni sono seguite delle vere operazioni di intelligience, effettuate dalla Polizia Postale. Operazioni atte a contrastare persone il cui unico “reato” consiste e consisteva in espressioni di natura ingiuriosa nei confronti di questa nota personalità politica o delle decisioni da ella prese. La cosa ancore più grave è stata quella di scegliere di procedere, anche nei confronti di chi avesse nelle proprie bacheche dei social o nei commenti personali dei propri blog dei messaggi “offensivi”postati da altre persone.

Un po’ come se un writers decide di fare un murales sul muro del palazzo dove abitate e tutti i condomini, voi compresi, per questo motivo, veniate poi perseguiti per Deturpamento e imbrattamento di cose altrui come da regolamentazione prevista dall’Articolo 639 del C.P.

Per quanto io abbia sperato che questa notizia fosse falsa, alla fine con non poco rammarico, mi sono dovuto arrendere all’evidenza dei fatti e dunque crederci. Torniamo al famigerato Articolo 3 e come dicevo sopra alle continue violazioni da parte delle istituzioni.

Perché affermo continue violazioni? Ve lo spiego subito: innanzi tutto per poter effettuare questo controllo Orwelliano, la nota personalità si è fatta assegnare non uno, non due, ma sette agenti della Polizia Postale preposti esclusivamente al rintraccio di tali “Pericolosi” soggetti. Questo con immensa gioia di quei soggetti che Pericolosi lo sono sul serio come: i Truffatori virtuali oppure quella spregevole categoria di persone che ama solleticare il proprio “Ego”, chiamiamolo così, guardando immagini e filmati snuf, di pedopornografia, zoorastia o immagini di persone che torturano e uccidono animali. Tutti reati che sembrano lontani perché commessi On Line da CYber Criminali, che sempre criminali sono.

La violazione è proprio questa, un noto personaggio politico viene “mandato a quel paese” e noi cittadini dobbiamo prendere una risorsa importante come gli uomini della Polizia Postale e usarli per prendere dei ladri di Polli e non dei pedofili? Perché tutte queste risorse non vengono occupate per tutelare i cittadini? Se le sembra un ragionamento “demagogico” pensi solo al numero di persone che ormai, quotidianamente, si suicida.

Alle donne molestate, vessate, picchiate, sfregiate e troppo spesso uccise: non servirebbero più a loro?

Mi pongo tali quesiti perché non riesco a trovare niente di utile in questa iniziativa a meno che, non consideriamo utile, per l’Italia, l’ennesimo spreco di risorse impiegate per appagare la sua esclusiva “soddisfazione personale”. Le ricordo che, se tale operazione fosse stata effettuata da un comune cittadino perché, ipoteticamente, ingiuriato e lo stesso in un secondo momento decida quindi di percorrere le vie legali non solo impiegherà anni, sempre ammesso che ci  riesca, per arrivare davanti a un giudice, ma nella quasi totalità dei casi, ammesso che gli venga concesso, il risarcimento che otterrà potrà definirsi Irrisorio.
In questo caso invece, calcolando che siamo in Italia, si è proceduto con una rapidità “Anomala”. Con questo tipo di iniziative, si ottiene solo di aumentare notevolmente la percezione di distanza tra cittadini e istituzioni.

Quindi se mi permette vorrei porre io delle semplici domande:

Cosa spera di ottenere in un paese dove le istituzioni, a colpi di tasse e cartelle esattoriali, ci hanno tolto tutto, dignità compresa?

Cosa spera di ottenere in un paese dove un leader di partito a dato, a sua detta scherzosamente, dei “coglioni” all’elettorato avversario?

Ora le dico io cosa spero di ottenere: spero di ottenere delle Istituzioni che s’impegnino seriamente per il loro paese e che le persone come lei, sfruttino le risorse e le infrastrutture per aiutare chi ne ha realmente bisogno e non per avere soddisfazione per delle, stupide, offese ricevute. Per quelle si faccia una risata e vedrà che termineranno da sole, come sono cominciate.