La gestione pubblica dell’acqua e i movimenti per l’acqua pubblica

Il 12 e il 13 giugno 2011 si sono tenuti i referendum per l’acqua pubblica nei quali il 94 % dei votanti ha detto si alla gestione pubblica dell’acqua. Oggi è la giornata mondiale dell’acqua, che è un evento che ormai si festeggia da 21 anni, per dare risalto al fatto che circa un miliardo di persone al momento non hanno accesso all’acqua potabile e 2,5 miliardi di persone non hanno accesso ai servizi igienico-sanitari decenti. Purtroppo la situazione globale non sta migliorando, infatti anche i servizi segreti degli Stati Uniti mostrano la loro preoccupazione e affermano che «durante i prossimi 10 anni, i problemi idrici contribuiranno all’instabilità in Stati importanti per gli interessi della sicurezza nazionale». Non bisogna però necessariamente pensare che le questioni idriche siano motivo di conflitto in quanto in realtà storicamente queste hanno spinto maggiormente verso la cooperazione. Finora almeno, non è mai stata combatutta nessuna guerra per l’acqua e si spera che non debba essere motivo di conflitto tra i paesi industriallizzati nemmeno in un futuro prossimo. L’acqua è un diritto di tutti come sancito da un estensione del diritto alla vita della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Questo diritto è stato poi riconfermato e rinforzato dall’ONU che lo ha definito «un diritto umano universale e fondamentale». Si perchè avere accesso all’acqua non garantisce soltanto la sopravvivenza ma anche la dignità della persona ed è fondamentale per il pieno godimento della vita. Il problema è che questa Risoluzione non è vincolante, quindi non obbliga, ma raccomanda gli Stati ad intraprendere delle iniziative verso la ripubblicizzazione dell’acqua. È per questo motivo che i movimenti per l’acqua pubblica finora si sono mossi, raccogliendo firme e facendo campagne di sensibilizzazione. Le molte battaglie che si stanno combattendo in tutto il mondo per la ripublicizzazione dell’acqua e anche le vittorie che con il tempo questo movimento sta ottenendo ci fanno capire che l’acqua pubblica è un risultato possibile, anche se richiede lo sforzo e la partecipazione di tutti noi. http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/acqua/acqua-pubblica/