Voglio scendere! voglio parlare, voglio farmi capire! Voglio delucidarmi!


Siamo esauriti… tutti! Chi più chi meno. Chi non arriva a fine mese con i soldi, chi cerca un lavoro che non esiste, chi ha litigato con i cari, chi è stato deluso… chi ha deluso, chi è ammalato e non sa come affrontare la quotidianità, chi è stato ingannato e chi aspetta invano una giustizia, una verità negata…

Perfino chi sta troppo bene, in questo mondo, è esaurito e nega l’evidenza. Anche l’avaro, l’ipocrita, il falso… insomma tutti! Questi stati d’animo e status scatenano la necessità, in questa società malsana, non di trovare una soluzione al problema, ma uno scaricare degli elementi in modo sbagliato e confuso su persone o cose per alleviare il proprio esaurimento. Questa società lavora, in una rete intricata, in maniera subliminale, entra in modo confusionale nei nostri canali percettivi facendo affiorare nella nostra coscienza, false immagini comportamentali e falsi orizzonti, deviandoci, facendoci piombare nei problemi creati ad arte dalla società stessa. Ora delucidarci tutti è chiedere troppo? Ora, avviare una battaglia senza una sicura vittoria e senza sapere con certezza chi hai accanto e contro chi o cosa si lotta… ne vale la pena? L’umanità è un branco di avvoltoi o un gregge di pecore? Si fanno la guerra fra poveri… si sfruttano e si truffano a vicenda mentre dall’alto il grande fratello osserva e riempie la testa e la pancia di falsi miti e false speranze… Tutti questi elementi esauriscono l’essere, fanno allontanare le persone da un filo comune chiamato vita, chiamato amore, chiamato amicizia, chiamato aiuto, chiamato dialogo.
Fermate il mondo, voglio scendere. Tremate!