Loro dicono di no, ma…


I trombati della politica, militanti, dopo essere stati cacciati dai partiti o movimenti collaterali, sono riusciti ad infiltrarsi nel movimento, a questi si sommano i panteisti della democrazia diretta, uno shampoo antiforfora per il regime, che cercano di incollare la gente su un computer a cliccare cazzate. La forza propulsiva di quello che era un movimento del popolo, arretra in desolanti superminchiate televisive, portali insignificanti, leaderini allo sbaraglio, piccoli politici all’arrembaggio. Loro dicono di no, ma la poltrona è già pronta, per rivoluzionare il sistema si fanno sistema, questo è l’unico obiettivo, la promozione va avanti dichiarando tutto e il contrario di tutto, come hanno sempre fatto.


Lascia un commento