La pletora dei miserabili

Questa è l’Italia del terzo millennio, l’Italia che era una delle più grandi potenze industriali del mondo. Per questa società finire in povertà significa diventare miserabili, in questo tempo di miseria e meschinità. Ma se per chi è scivolato dal ceto medio alla povertà parliamo di miseria, i veri miserabili sono tutti quei partiti e organismi politici che dovrebbero avere […]

Continua a leggere

Evviva i luoghi comuni

E tu, uomo tout court, uomo qualsiasi, che vivi in una società assurda, che non hai più fede in Gesù Cristo, che sei in preda a potenze sfrenate, che non sai se continuerà ad esistere un domani, che sei colto dall’angoscia per la tua condizione e scopri che la tua vita non ha senso, sei fortunato, hai una grande occasione: […]

Continua a leggere

Rispecchio bestiale

Pensate! Ma non potete pensare … … perché vi occorrono degli statuti, delle regole, dei codici comportamentali. … perché avete degli amministratori da eleggere. … perché avete dei ministri da intronizzare. … perché non potete vivere senza governo. … perché non potete vivere senza capo. Voi cedete le vostre voci per perderle e quando volete usarle non ce le avete […]

Continua a leggere

indifferenti

Non per nulla Dante si scaglia contro coloro che vissero «senza infamia e senza lodo». Costoro sono nati per far numero ed ombra; sono la massa bruta che intralcia il cammino dell’umanità; sono la palla di piombo ai piedi del progresso. Giustamente scrisse Inkyo nel dramma Giustizia è fatta: «Non è provato che gli indifferenti non siano peggiori degli altri. […]

Continua a leggere

Attraverso Utopia

La nostra è un’epoca di compromessi, di mezze misure, di male minore. I visionari vengon derisi o disprezzati e «gli uomini pratici» governano la nostra vita. Non cerchiamo più soluzioni radicali ai mali della società, ma miglioramenti; non cerchiamo più di abolire la guerra, ma di evitarla per un periodo di qualche anno; non cerchiamo di abolire il crimine, ma […]

Continua a leggere

Buonanotte ai sognatori

Cosa rimane del sogno di una rivoluzione culturale per mezzo della rete? IPOCRISIA L’ipocrisia delle istituzioni che infangano l’alto ideale di libertà e partecipazione, per poi utilizzarlo a scopo demagogico, ricevendone profitto in termini di consenso popolare e quindi anche di privilegi personali. Ci riferiamo in particolare a tutti quei casi in cui pseudo e sedicenti autorità dello Stato o […]

Continua a leggere

Riflesso condizionato o moto proprio?

Tira una brutta aria, inutile nasconderlo. Talmente brutta che persino fra le anime belle della sinistra serpeggia una certa preoccupazione e si denuncia in maniera sempre più veemente l’instaurazione di un “regime” da parte dell’attuale governo. È vero, a destra non hanno mai dimenticato la propria tradizionale inclinazione per l’olio di ricino e il manganello, ma resta il fatto che […]

Continua a leggere

Chirurgia estetica

Noi siamo contro la delega politica, intendendo per “delega politica” quella che conferisce poteri decisionali, che ha cioè la capacità di imporre e obbligare, con pene e sanzioni per i dissidenti; quella che si adopera per fissare gerarchie; quella che pretende di dare l’illusione di partecipare alle scelte importanti. Chi vota si rende partecipe del proprio sfruttamento! Per abolire il […]

Continua a leggere
1 2