Ai rassegnati

Odio i rassegnati! Odio i rassegnati, come odio i sudici, come odio i fannulloni. Odio la rassegnazione! Odio il sudiciume, odio l’inazione. Compiango il malato curvato da qualche febbre maligna; odio il malato immaginario che un po’ di buona volontà rimetterebbe in piedi. Compiango l’uomo incatenato, circondato da guardiani, schiacciato dal peso del ferro e del numero. Odio il soldato […]

Continua a leggere