Si fallor sum

Nulla è più contrario alla contemplazione del cogito ergo sum di Cartesio (Penso, quindi sono). Questa è la dichiarazione di un essere alienato, esiliato dalle sue profondità spirituali, costretto a cercar conforto nella prova della sua esistenza, basata sull’osservazione che egli «pensa» e cosi giunge al suo essere come se fosse una realtà oggettiva, ossia si sforza di diventare consapevole […]

Continua a leggere