SVASTICA

Il Presidente degli Stati Uniti d’America entrò nell’auto, circondato dagli agenti. Prese posto sul sedile posteriore. Era una mattina anonima e scura. Nessuno parlò. Filarono via, e i pneumatici si fecero sentire sulla strada ancora bagnata dalla pioggia della notte precedente. C’era un silenzio molto strano, come mai lo era stato prima. Andarono per un po’ e ad un certo […]

Continua a leggere

Kid polvere-di-stelle

Ero a terra, la fortuna m’aveva abbandonato un’altra volta, però adesso ero troppo nervoso, a furia di vino; debole, stralunato; ero troppo depresso per poter rimediare il solito lavoro tappabuchi, e di tutto riposo, come addetto alle spedizioni o magazziniere, sicché andai al Mattatoio e entrai dritto nell’ufficio. non t’ho già visto a te? mi domandò l’uomo. No, mentii. invece […]

Continua a leggere