So Cazzi Vostri

Cittadini – lasciate che vi chiami cosi’ anche se tutti sappiamo che siete servi, schiavi, sudditi – pero’ voglio chiamarvi cittadini per non umiliarvi inutilmente. Dunque: cittadini, noi siamo la classe padronale al governo e c’abbiamo ‘na grave responsabilità: dobbiamo dirvi che c’e’ una grossissima crisi – irreversibile: non possiamo darvi speranze. Be’, intanto noi vi mandavamo in miniera, vi […]

Continua a leggere

Il cuore del problema

La democrazia si presenta nel contempo l’obiettivo più inaccessibile e più vitale, l’ideale dato per scontato fra gli esseri umani, l’esercizio collettivo della loro libertà. Democrazia come organizzazione della nostra vita sociale determinata insieme al fine di tener conto quanto più è possibile dei bisogni e dei desideri di ciascuno. Un’obiezione fa capolino: come raggiungere un simile obiettivo fra individui […]

Continua a leggere

La democrazia diretta alla lettera

Secondo i suoi sostenitori, essa ha come obiettivo: 1) Il rispetto della maggioranza. 2) L’espressione delle minoranze, cui è garantito un ampio margine d’azione. 3) La possibilità di una libera discussione, al fine di evitare la coercizione, le pressioni, la violenza: «Innanzitutto, parliamo…». 4) Il primato di una volontà collettiva, non quella di un individuo o di un pugno di […]

Continua a leggere

Supplizio

L’estensione dei diritti sanciti dalla moderna democrazia equivale ad una criminalizzazione generalizzata. Si pretende così bandire la violenza diretta da tutti i rapporti sociali rafforzando il monopolio della violenza statale, considerata come legittima. La giustizia non diminuisce la violenza, la normalizza soltanto; e quand’anche ne trasgrediamo le regole, quasi sempre ci convince a rientrare nel gioco: perché finiamo col comportarci […]

Continua a leggere

Il buco della serratura

Quanto è miserabile una vita trascorsa davanti al buco della serratura? Una vita a sbirciare quel che fanno altri, ad origliare quel che dicono altri. Una vita da guardoni, che si crogiolano nello strappare brandelli delle esistenze altrui, di persone che nemmeno sono in grado di conoscere nella loro complessità, ma di cui violano senza alcuno scrupolo l’intimità. C’è chi […]

Continua a leggere

DAL MEROVINGIO

Merovingio: A-ha… eccolo qui, è arrivato, era ora, il famoso Neo, l’eletto in persona, ho ragione?  Insieme al leggendario Morpheus, e a Trinity naturalmente, “sì bel chel me fe sofrir”. Ho sentito tanto parlare di voi, mi onorate. Prego sedetevi, questa è mia moglie, Persephone. Qualcosa da mangiare, da bere? Mmmh, ovvio che si tratta di artifizi, come qui è […]

Continua a leggere

Distruggiamo Cartagine!

La Cartagine moderna; quella dei ricchi, dei preti e dei militari! Questo deve essere il grido dei ribelli e il dilemma della rivoluzione sociale. Il grido dell’errante che è spossato, dell’affamato che si strugge nell’inedia, degli assetati di giustizia, degli stroncati nella giusta critica, colpevoli di ribellione! Distruggiamo Tartufo! Che ci tortura col pungolo della prepotenza, ci raddoppia la soma […]

Continua a leggere

Governo dei giudici e la fine del garantismo

Viviamo ormai in un paese d’indagati e di indagatori, ove gli indagatori diventano a loro volta indagati. L’informazione non fa che registrare questa situazione nel modo più palese possibile, affermando tutto e il contrario di tutto, a seconda di quello che è l’andamento prevalente nel borsino di affari legato al governo della magistratura. E’ noto l’interscambio tra scoop, inchiesta giudiziaria […]

Continua a leggere

LA RETE DEI CINICI E DEI CODARDI

Ingenuo colui che crede che la rete ci salverà. La rete, come è sua natura, non può fare altro che irretirci… Devo dire che ci ho sperato. Lo strumento è senza dubbio potente, ma rimane uno strumento. Il potere di cambiamento è sempre e solo nelle persone, non negli strumenti. Avete provato a guardarvi in giro, virtualmente parlando? Nel senso, […]

Continua a leggere

Vergognatevi voi

Vergognatevi voi, che avete bisogno di una schiera di aguzzini per farvi difendere da uno come me. Non sono un ladro né un assassino: sono semplicemente un ribelle. Non vi riconosco il diritto di interrogarmi, perché qui, sono io l’accusatore. Accuso questa società matrigna e corrotta, in cui l’orgia, l’ozio e la rapina trionfano impuniti e anzi venerati, sulla miseria […]

Continua a leggere

Non ci stanchiamo di ridere

Gli individualisti hanno riso di tutti i compromessi, di tutte le rinunce, di tutti i turpi mercati, e ridono ancora del loro riso irriverente, sacrilego, maledetto. Noi ridiamo sempre di tutto e di tutti, di coloro che fabbricano rivoltelle, fucili, baionette, mitragliatrici, cannoni, munizioni, catene, ceppi, strumenti vari di tortura per i lavoratori, di coloro che costruiscono carceri ed innalzano […]

Continua a leggere
1 2 3 4 13