Crisi ecologica e autoritarismo

Oltre alle riforme di stampo neoliberista sul lavoro e sull’istruzione, e il conseguente peggioramento delle condizioni di vita per noi e l’arricchimento per chi è già ricco, viviamo anche nell’epoca della crisi ecologica: il sistema di produzione capitalistico, con il suo progetto di trasformare tutto il possibile in una fonte di lucro, non sta facendo altro che attaccare le basi […]

Continua a leggere

è la crisi …

Ecco le parole che oggi servono a spiegare tutto: disoccupazione, mancanza di abitazioni, espulsioni, caro-vita, ribasso di salari, aumento di imposte, di tasse, diritti di dogana, proibizione d’importazione, ecc. tutto un regime che prima della guerra sarebbe parso insopportabile, e al quale la massa si rassegna molto bene oggi, dopo la vittoria del diritto e della libertà. Perché questa vittoria […]

Continua a leggere

Quello che ci aspetta

Sono finiti i tempi dell’abbondanza, dell’indifferenza e dell’incoscienza. Se vogliamo evitare disastri ecologici, malattie, carestie, alluvioni, uragani, valanghe, guerre, aumento del nazionalismo, delle dittature, del razzismo, scene di violenza atroce sempre più frequenti e diffuse globalmente dobbiamo decidere profondamente di assumerci a pieno la responsabilità come singoli individui e guardandoci nell’animo dobbiamo trovare il coraggio e la forza per affrontare […]

Continua a leggere

Lo strumento e la crisi

I sintomi di una crisi planetaria in corso di accelerazione sono manifesti. Se ne è ricercato il motivo un po’ ovunque. Da parte mia, io avanzo la seguente spiegazione: la crisi ha le sue radici nel fallimento dell’impresa moderna, cioè la sostituzione della macchina all’uomo. Il grande progetto di sostituire la soddisfazione razionale e anonima alla risposta occasionale e personale […]

Continua a leggere

Complici

Per un sistema gerarchico privilegi e discriminazioni non costituiscono solo degli strumenti ma delle finalità in sé. I tagli all’occupazione, al salario, alle pensioni, all’assistenza non sono prezzi da pagare a fantomatiche “leggi di mercato” o ad una generica “crisi economica” ma rappresentano i momenti nei quali avviene la riproduzione della gerarchia e del controllo sociale. Attribuire invece a questi […]

Continua a leggere

Fare politica.

Dire parole autenticamente rivolte all’altra persona: come può farlo, chi parla in pubblico? Come puoi rivolgerti autenticamente all’altro mentre sai di essere registrato, immortalato, replicabile? Che fanno, le parole dette a un pubblico? Politica????? Se fare politica è dare parole a un pubblico, allora c’è più politica nella Trilogia della Fondazione di Isaac Aasimov (e negli altri suoi scritti) che […]

Continua a leggere