Letteratura classica e goliardia

I tre più grandi autori del XIV secolo, Dante, Boccaccio e Petrarca si ritrovano in un osteria del Casentino per festeggiare la riuscita di un loro nuovo componimento a tre mani… una volta discussi dei pipponi editoriali decidono che è l’ora di desinare. Dato sfogo alla crapula di ognuno mangiando e bevendo a più non posso, i poeti sentono il […]

Continua a leggere

INFERNO: Canto XXXIV

«Vexilla regis prodeunt inferni verso di noi; però dinanzi mira», disse ‘l maestro mio «se tu ‘l discerni». Come quando una grossa nebbia spira, o quando l’emisperio nostro annotta, par di lungi un molin che ‘l vento gira, veder mi parve un tal dificio allotta; poi per lo vento mi ristrinsi retro al duca mio; ché non lì era altra […]

Continua a leggere

Paradiso: Canto XXXIII

Canto XXXIII «Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile e alta più che creatura, termine fisso d’etterno consiglio, tu se’ colei che l’umana natura nobilitasti sì, che ‘l suo fattore non disdegnò di farsi sua fattura. Nel ventre tuo si raccese l’amore, per lo cui caldo ne l’etterna pace così è germinato questo fiore. Qui se’ a noi meridïana face […]

Continua a leggere