movimento ecologista

Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti. La cassiera le rimprovera di non adeguarsi all’ecologia e le dice:“ Purtroppo la sua generazione non comprende il movimento ecologista. Noi giovani stiamo pagando per la vecchia generazione che ha sprecato tutte le risorse! “ La vecchietta si scusa con la cassiera […]

Continua a leggere

Crisi ecologica e autoritarismo

Oltre alle riforme di stampo neoliberista sul lavoro e sull’istruzione, e il conseguente peggioramento delle condizioni di vita per noi e l’arricchimento per chi è già ricco, viviamo anche nell’epoca della crisi ecologica: il sistema di produzione capitalistico, con il suo progetto di trasformare tutto il possibile in una fonte di lucro, non sta facendo altro che attaccare le basi […]

Continua a leggere

Quello che ci aspetta

Sono finiti i tempi dell’abbondanza, dell’indifferenza e dell’incoscienza. Se vogliamo evitare disastri ecologici, malattie, carestie, alluvioni, uragani, valanghe, guerre, aumento del nazionalismo, delle dittature, del razzismo, scene di violenza atroce sempre più frequenti e diffuse globalmente dobbiamo decidere profondamente di assumerci a pieno la responsabilità come singoli individui e guardandoci nell’animo dobbiamo trovare il coraggio e la forza per affrontare […]

Continua a leggere

Crisi ecologica e autoritarismo

Oltre alle riforme di stampo neoliberista sul lavoro e sull’istruzione, e il conseguente peggioramento delle condizioni di vita per noi e l’arricchimento per chi è già ricco, viviamo anche nell’epoca della crisi ecologica: il sistema di produzione capitalistico, con il suo progetto di trasformare tutto il possibile in una fonte di lucro, non sta facendo altro che attaccare le basi […]

Continua a leggere

La democrazia sotto il capitalismo

Per lavorare non è necessario distruggere l’ambiente che rende possibile la vita. Chiariamo: se esiste una pianificazione sociale compartecipata, e se quindi la gente decide in funzione dei propri interessi, cercherà di fare in modo che le possibilità di lavoro si concilino con la qualità del lavoro, con il tipo di energia disponibile, con le condizioni di interazione personale, con […]

Continua a leggere

Eliminare i mostri neri: l’auto e la TV

Se dovessi identificare dei responsabili (nonché dei simboli) del degrado sociale, ambientale nonché politico ed economico e pure culturale della nostra epoca, le invenzioni tecnologiche che hanno reso possibile il nostro “sviluppo” e che sono entrate nelle nostre vite dal dopoguerra fino ad oggi diventando parte del nostro pensare, del nostro agire, del nostro vivere, queste due entità sarebbero proprio […]

Continua a leggere

La Terra è finita

Il pianeta Terra, quello in cui abitiamo noi esseri umani,è un pianeta finito. Nel senso che il nostro pianeta ha una fine reale e tutta la materia presente sulla Terra è limitata. Certo saranno presenti grandissime quantità di materiali e di risorse, ma sono comunque quantità finite, numerabili, determinabili e non incrementabili. Non lo sapevi? Lieto di averti illuminato. Pensavi […]

Continua a leggere

SOBRIETA’ ?

Abbondanza frugale è la definizione alternativa a decrescita che Serge Latouche propone in un saggio in cui vuole affrontare, smontandole, le principali obiezioni che vengono mosse alla decrescita come proposta politica. Il primo problema che si pone è infatti proprio quello terminologico. La società in cui viviamo è impregnata del concetto di crescita, una parola magica che viene ripetuta come […]

Continua a leggere