Intrighi all’ombra del Cupolone

Albino Luciani non è certo ecclesiastico che si possa ricordare nella sua qualità di illuminato progressista. Eppure la sua storia ha intrecciato così profondamente quella degli affari vaticani da determinarne l’eliminazione fisica. In trentatre giorni di pontificato il coriaceo bellunese è riuscito a mettere in crisi la stabilità di un apparato di potere in quegli anni scosso da profondi cambiamenti. […]

Continua a leggere

La Germania blocca il Fiscal compact, e noi siamo fessi?

La notizia è passata in sordina, ma i promotori del Fiscal compact sono stati gli unici ad aver respinto l’approvazione delle misure orientate al rigore. La Merkel ora dovrebbe guardare in casa propria. IL GRAN RIFIUTO Ad inizio marzo, nel silenzio generale, il Bundesrat tedesco (molto simile al nostro Senato) ha rimandato alla Commissione di mediazione il Fiscal compact proposto dal governo Merkel, bocciato […]

Continua a leggere

Potere economico e democrazia

              L’essenza della democrazia rappresentativa, consiste nel fatto che coloro che detengono il potere sono eletti dal popolo attraverso uno strumento che consenta la maggiore partecipazione e rappresentanza possibili. Si discute da tempo se garantisca una maggiore rappresentatività un sistema di elezione proporzionale o un sistema maggioritario, ma non è questo il punto che […]

Continua a leggere

EURO: da alternativa a business della povertà

Il motivo dell’istituzione dell’euro era che, in base agli accordi assunti nel 1995 con la istituzione della Organizzazione Mondiale per il Commercio, avrebbe dovuto instaurarsi una concorrenza tra le monete di pagamento internazionale, con la conseguente fine del monopolio del dollaro statunitense. Gli USA si erano avvantaggiati per più di mezzo secolo della funzione del dollaro come moneta di pagamento […]

Continua a leggere

Cui prodest Grillo?

Se non erro, Beppe Grillo ha dichiarato: “Ho incanalato tutta la rabbia in questo movimento. Dovrebbero ringraziarci uno ad uno: se noi falliamo l’Italia sarà guidata dalla violenza nelle strade”. Inoltre, mette in guardia: se il suo movimento fallirà ”questo accadrà”. Finalmente un po’ di verità dal comico genovese, il quale rende noto: 1) che ha incanalato tutta la rabbia […]

Continua a leggere

Politica fiscale dal vangelo grillino

Due aliquote, la massima al 35%. Una patrimoniale del 5% per gli ultra ricchi con patrimoni over 10milioni di euro. Progressività legata al sistema delle detrazioni fiscali. Estensione della Tobin tax. Parziale eliminazione del contante e una maggiore tracciabilità dei movimenti. Separazione tra le banche d’affari e quelle tradizionali. Infine, il reddito minimo garantito per 3 anni ai disoccupati. Queste […]

Continua a leggere

Complici

Per un sistema gerarchico privilegi e discriminazioni non costituiscono solo degli strumenti ma delle finalità in sé. I tagli all’occupazione, al salario, alle pensioni, all’assistenza non sono prezzi da pagare a fantomatiche “leggi di mercato” o ad una generica “crisi economica” ma rappresentano i momenti nei quali avviene la riproduzione della gerarchia e del controllo sociale. Attribuire invece a questi […]

Continua a leggere

L’INTRATTENIMENTO ELETTORALE OSCURA LA QUESTIONE COLONIALE

La Legge 448/2001, all’articolo 41, dava avvio ad una delle più gigantesche operazioni di colonialismo finanziario della Storia, aprendo agli enti locali italiani la possibilità di accedere all’investimento internazionale in titoli derivati. Allora il ministro del Tesoro Giulio Tremonti non aveva ancora scoperto la sua vocazione di “critico” della finanza globale, e così contribuì con entusiasmo ad organizzare la truffa […]

Continua a leggere

10 proposte per accelerare il Declino

1) Aumentare il debito pubblico. Aumentare sistematicamente l’ammontare del debito pubblico. È possibile salire rapidamente sopra la soglia simbolica del 200% del PIL, anche attraverso la costituzione di nuovi enti inutili, la creazione di nuove prebende, l’edificazione di cattedrali nel deserto (rigorosamente ad opera di imprese estere), l’investimento pubblico in aziende decotte. 2) Aumentare la spesa. Aumentare la spesa pubblica […]

Continua a leggere

Default USA

Il presidente americano ha chiesto al Congresso di innalzare al più presto il tetto del debito federale Usa, fissato nell’agosto del 2011 a 16.400 miliardi di dollari. Se tale innalzamento non avverrà entro il primo marzo, ha ammonito Obama, gli Stati Uniti andranno in default, l’economia esploderà e il governo non sarà in grado di pagare le spese ordinarie, come […]

Continua a leggere

COME ROMPERE LA SPIRALE RECESSIVA DELLE ECONOMIE EUROPEE

John Maynard Keynes è certamente l’economista che influenzò maggiormente il pensiero economico nel secolo scorso. Tra le conclusioni cui Keynes giunse ce ne è una di grande attualità: quando un sistema economico si allontana dal livello di piena occupazione dei fattori produttivi (capitale e lavoro), non vi ritorna spontaneamente. Se un sistema economico entra in recessione e la politica economica […]

Continua a leggere
1 2 3 4 5