La vecchia politica di Palazzo è al capolinea?

Il terremoto elettorale che ha appena mutato volto al Parlamento ha lasciato attonita la stragrande parte delle forze politiche in campo. Si avverte la sensazione che nulla sarà più come prima. Il centrosinistra ha matematicamente vinto, ma talmente di misura che è come se avesse perso. Il centrodestra gongola al pensiero che poteva andare pure peggio, anche se ha visto […]

Continua a leggere

Senatrice scrive ai parroci umbri e uno le risponde per le rime

  Mando la “lettera pastorale” della sen. Ada Spadoni (PDL) e la mia risposta, dovuta, visto che la senatrice si è rivolta a tutti i preti dell’Umbria in quanto pastori e sollevando solo alcuni dei temi etici che sono oggetto della riflessione cristiana, con la chiara richiesta di un sostegno politico dei preti stessi e delle comunità cristiane.   don […]

Continua a leggere

Sputo sull’offerta

Qualche giorno fa, mentre passeggiavo da sola sono stata importunata da due loschi figuri. I due, un uomo e una donna, mi fermano per strada e con fare affabile mi chiedono di seguirli in un luogo tranquillo così da potermi fare una proposta di lavoro molto interessante. Colpita dalla stranezza della situazione chiedo ai due se sono giornalisti o sbirri […]

Continua a leggere

10 proposte per accelerare il Declino

1) Aumentare il debito pubblico. Aumentare sistematicamente l’ammontare del debito pubblico. È possibile salire rapidamente sopra la soglia simbolica del 200% del PIL, anche attraverso la costituzione di nuovi enti inutili, la creazione di nuove prebende, l’edificazione di cattedrali nel deserto (rigorosamente ad opera di imprese estere), l’investimento pubblico in aziende decotte. 2) Aumentare la spesa. Aumentare la spesa pubblica […]

Continua a leggere

siamo isolati il che non vuol dire siamo pochi

L’idea della possibilità di una trasformazione sociale oggi non è di moda. Le masse sono totalmente addormentate e integrate alle norme sociali. Da una simile constatazione si possono trarre almeno due conclusioni: la rivolta non è possibile; la rivolta è possibile soltanto in pochi. La prima conclusione può a sua volta scomporsi in un discorso apertamente istituzionale e in un […]

Continua a leggere

Necessità dell’insurrezione

Necessità, ovviamente, non nel senso di un avvenimento che prima o poi deve avvenire, ma nel senso della condizione concreta di una possibilità. Necessità del possibile. Il denaro in questa società è necessario. Una vita senza denaro è possibile. Per sperimentare questo possibile è necessario distruggere questa società. Oggi si può sperimentare solo ciò che è socialmente necessario. Curiosamente, coloro […]

Continua a leggere

I Barbari sono dietro l’angolo

Solo sconvolgendo gli imperativi del tempo e dello spazio sociali si possono immaginare nuovi rapporti e nuovi ambienti. Il vecchio filosofo diceva che si desidera solo sulla base di ciò che si conosce. I desideri possono cambiare solo se cambia la vita che li fa nascere. Per parlare chiaro, l’insurrezione contro i tempi e i luoghi del potere è una […]

Continua a leggere

Il segreto è iniziare davvero

L’attuale organizzazione sociale non solo ritarda, ma impedisce e corrompe ogni pratica di libertà. Per imparare cos’è la libertà non c’è altro modo che sperimentarla, e per poterla sperimentare bisogna avere il tempo e lo spazio necessari. La base fondamentale dell’azione libera è il dialogo. Ora, due sono le condizioni di un autentico discorso in comune: un reale interesse degli […]

Continua a leggere

Il Prozac … sui maccheroni.

Salve a tutti, ho deciso di postare una notizia che casualmente ho sentito oggi per radio. L’osservatorio sociale europeo (credo si chiami Eursat) ha divulgato, anche se io credo che il termine esatto sia Conclamato, la seguente situazione sociale: nel 2011, in Italia, ci sono stati 270 suicidi di lavoratori facenti parte della categoria dei piccoli imprenditori e in quella […]

Continua a leggere
1 5 6 7