Dallo stupore alla stupidità

Ci cacciano dentro un labirinto, parlandoci della comunicazione e ci costringono a regredire per amore del superamento futuro e dell’espansione finale. I nostri maestri non escono più dalla logomachia, e dopo aver sostituito tre dozzine di parole, che capiamo, con tre dozzine di parole sconosciute, mediante le quali creeranno un codice a loro uso e consumo, ci informano di aver […]

Continua a leggere

La luce in fondo al tunnel è li! Che c’è? Non la vedi?

I giorni sono tutti uguali, accompagnati da un grigiore dell’anima, la gente continua ad ammassare i propri pregiudizi e a te sembra cha abbiano tutti un unico mittente. Non ci puoi fare nulla, il più fortunato di noi riesce a trovare un lavoro part-time, che poi… diciamocelo chiaro, si fanno molte più ore del previsto e con una paga da […]

Continua a leggere

In nome di chi?

Fin dai primi anni di vita ci viene imposto un Dio. Ci viene insegnato che lui è la nostra unica luce, e che nella sua sovranità è riposta la nostra salvezza. Questo Dio è stato inventato per spaventare le popolazioni, assoggettarle e quindi controllarle, ed è sempre servito come giustificazione per i progetti di espansione territoriale.

Continua a leggere

Guerra esterna e guerra interna!

Il conflitto è insito nella società attuale, l’antagonismo è il prodotto della divisione in classi dell’umanità, in sfruttati e sfruttatori. Anche nella relazione più elementare si manifesta la violenza fisica o verbale che sia. L’uguaglianza degli scambi è una media astratta che si impone in un mare di disuguaglianze concrete. La convivenza umana si basa sulla lotta fra gli uomini, […]

Continua a leggere

Dalla Politica alla Vita

Fin dai tempi in cui per la prima volta si è definito movimento radicale autonomo, l’anarchismo è stato associato alla sinistra. Un’associazione il più delle volte problematica. I militanti di sinistra con un incarico di potere (compresi quelli anarchici, come i capi della C.N.T. e della F.A.I. nella Spagna del 1936-37) hanno sempre considerato d’ostacolo ai propri programmi politici il […]

Continua a leggere

Il catechismo

Il Signor Curato aveva sempre l’occhio un po’ cisposo, al risveglio, ma quella mattina gli era stato particolarmente difficile scollare le palpebre. Le lavò con camomilla e si guardò nello specchio. Finalmente gli occhi erano ben aperti, freschi, gradevoli, ma lo sforzo lasciava insoddisfatto il Signor Curato. Si vedeva gli occhi aperti e però se li sentiva chiusi. Come se […]

Continua a leggere

Scopami. Poi ti spiego.

Deggio un’approfondita analisi del testo al Maestro Daniele che me ne ha fatta esplicita richiesta. Venendomi in ausilio (Piero) con una delle più belle perle delle scritte murali urbane di tutti i tempi, il Poeta qui vi porta un esempio supremo del significato a più livelli, che nell’epoca dei social network potremmo definire ‘meta-tag’. Dunque, a’ più questa scritta appare […]

Continua a leggere

Perché siamo intempestivi

Quando ci guardano, gli abitanti di questo mondo scuotono la testa. Che siano soddisfatti o tristi, felici o arrabbiati, non ci capiscono. Ai loro occhi appariamo folli, insensati, patetici, inefficaci. Comunque colpevoli. Gli uni ci accusano di non muovere un dito per fare carriera all’interno di quanto ci circonda, trascorrendo la nostra esistenza ai suoi margini. Gli altri ci rimproverano […]

Continua a leggere

Hai una dignità e un buon senso?

Le ideologie e i proclami possono anche risultare aderenti alle convinzioni personali, e sicuramente lo sono, poiché ogni enunciato autoritario viene progettato sulla base di una domanda che il potere costituito si pone astutamente: ‘cosa vuole la massa’? E’ chiaro che i popoli vogliono solo essere liberi. Ma ogni potere esterno, se vuol rimanere tale e trarre dal suo status […]

Continua a leggere

Madame Giustizia

Salve cara signora. Serata deliziosa vero? Perdoni il disturbo. Forse voleva fare una passeggiata. Forse ammirava solo il panorama. Non importa. Pensavo fosse ora di fare due chiacchiere, lei ed io. Ah… dimenticavo che non siamo stati presentati. Io non possiedo un nome. Lei puo’ chiamarmi V. V… ella è Madame Giustizia. Madame Giustizia le presento V. Salve Madame Giustizia. Buona sera, […]

Continua a leggere

Qualunquismo

Se pensi che il numero e la maggioranza non costituiscano necessariamente un criterio di verità e che quindi sia equo concedere anche ad un singolo il beneficio del dubbio, allora sei un individualista; se non credi che la potenza sia di per sé garanzia di giustizia e di affidabilità e quindi non credi nemmeno che sia colpa esprimere dissenso per […]

Continua a leggere
1 2 3 4