La divisione delle scienze

L’approfondimento e l’allargamento della conoscenza condusse alla formazione e al consolidamento di differenti aree di ricerca. Questo era quasi un risultato spontaneo di un processo di sviluppo del sapere mai visto prima, ma esso fu rinforzato in maniera artificiosa e portato a livelli insensati dalla concomitante formazione di un apparato istituzionale di scuole e centri di insegnamento nei quali ognuno […]

Continua a leggere

La successiva realtà storica

Nel corso del XVII e XVIII secolo la conoscenza della natura e le applicazioni pratiche sotto forma di strumenti tecnologici procedettero a passo sicuro soprattutto in Inghilterra, contribuendo alla nascita di quella che sarà chiamata la Rivoluzione Industriale. Questa fu resa possibile dalla libertà di iniziativa e di sperimentazione prodotta dall’assenza di interferenza nelle vicende terrene da parte del potere […]

Continua a leggere

L’approccio scientifico

L’essere umano è, fondamentalmente, un osservatore curioso e una persona volta ad analizzare tutto ciò che lo circonda e che avviene intorno a sé. Attraverso osservazioni attente e riflessioni critiche emergono tentativi volti a spiegare la natura e l’origine dei fenomeni. Nel lontano passato il filosofo, vale a dire l’amante (filos) della conoscenza intesa come saggezza (sofia), era interessato alla […]

Continua a leggere

Senza costrizioni e superstizioni

Gli scienziati sociali, per la maggior parte al servizio dello stato o operanti come sacerdoti della religione statale (lo statismo), hanno pietrificato e permeato la vita delle persone e le loro relazioni sociali con ogni sorta di costrizioni e superstizioni. Per rendere queste accettabili, essi le hanno addolcite con parole suadenti di stampo progressista e con visioni umanitarie compassionevoli. “… […]

Continua a leggere

Il super-mito: lo stato

Gli scienziati sociali, facciano essi parte dello schieramento cosiddetto conservatore o di quello cosiddetto progressista, sono tutti uniti da un super-mito comune: il mito dello stato. Lo stato è ritenuto da (quasi) tutti gli scienziati sociali come il motore indispensabile e insostituibile di ogni forma di vita sociale. Nella realtà dei fatti, lo scienziato sociale contemporaneo assegna allo stato un […]

Continua a leggere

I miti della dottrina sociale

L’essere umano è un fertile creatore di miti, soprattutto quando non è in grado di offrire una spiegazione razionale al verificarsi di un fenomeno. Questa è, in realtà, una strategia interessante e astuta in quanto elimina incertezze e dubbi che potrebbero ingenerare ansietà. Questa strategia è stata impiegata in passato nella spiegazione di fenomeni fisici, attribuendo agli Dei o a […]

Continua a leggere

Le fondamenta instabili

Gli scienziati sociali, specialmente coloro che sono inclini a ripetere idee elaborate nel passato piuttosto che testarle e sostituirle nel caso non siano più adatte o efficaci, hanno l’abitudine di basare, quasi esclusivamente, le loro conoscenze su divulgatori e fonti di seconda mano. È molto probabile che da questa pratica derivi una continua semplificazione nelle formulazioni concernenti il passato fino […]

Continua a leggere

equazioni infondate del discorso sociale

Gli agenti della vita sociale sono riusciti a portare avanti le loro visioni idiote e a praticare il loro comportamento insulso anche perché, nel corso del tempo, una serie di premesse assurde sono state da essi o formulate o accettate, diventando assiomi di base del discorso sociale. Questi sono gli articoli di fede dell’ideologia statista, elaborati e sostenuti dagli scienziati […]

Continua a leggere

Superstizioni dell’Età dello Statismo

Gli agenti sgradevoli della vita sociale Sotto la denominazione di ‘agenti sociali’, operanti all’interno della categoria delle scienze sociali, si fa qui riferimento, in modo abbastanza lato, ad una serie di partecipanti attivi alla vita sociale (maggiori e minori), incluso anche l’uomo-massa con i suoi atteggiamenti e convinzioni riguardo la società di massa. Gli atteggiamenti e le convinzioni elaborati al […]

Continua a leggere

Questione Meridionale

L’insieme del quadro statistico-descrittivo fin qui presentato permette di formulare alcune considerazioni generali sulla situazione attuale del Mezzogiorno d’Italia. In primo luogo, pur senza arrivare a visioni idilliache sulla fertilità e bellezza delle terre meridionali, è tuttavia indispensabile tenere presente che il Mezzogiorno possiede tutta una serie di ricchezze ambientali (agricole e paesaggistiche) per nulla trascurabili né tanto meno minimizzabili. […]

Continua a leggere

il virus

Un virus pestilenziale è sorto e si è diffuso dappertutto nel mondo durante il XX secolo. Si è insinuato e impadronito delle menti e dei corpi, ha influenzato atteggiamenti e indirizzato azioni, ha dominato la vita e segnato la morte di individui e comunità. Il nome di questo virus è statismo. Da Londra a Washington, da Parigi a Berlino, da […]

Continua a leggere
1 2